Il Blog della Scuola Internazionale di Lingue

News, approfondimenti e curiosità
lingue e lavoro
7 Lug 2016

Le lingue straniere più importanti nel mondo del lavoro

 

INGLESE

Non c’è annuncio che non richieda almeno la conoscenza dell’inglese. Si, almeno, perché saper parlare inglese oggi è una competenza quasi scontata, che tutti i candidati devono avere. Molte aziende, infatti, richiedono anche la conoscenza di una seconda lingua.

Saper parlare francese, tedesco, arabo o cinese sta diventando sempre più il passaporto per trovare un impiego.

Ma, inglese a parte, quali sono le lingue straniere più richieste in Italia?

FRANCESE

Nel mondo ci sono circa 75 milioni di persone di madrelingua francese. Oltre che in Francia, questa lingua si parla anche in Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Canada, Marocco, Algeria, Senegal e Congo. Il francese per lungo tempo è stata anche la lingua degli affari diplomatici ed è una delle lingue ufficiali dell’Unione Europea. Inoltre la Francia è uno dei paesi con cui l’Italia ha maggiori scambi commerciali. Ci sono tantissime aziende italiane che lavorano con la Francia e viceversa e, ovviamente, sono sempre alla ricerca di personale in grado di padroneggiare il francese in maniera fluida. 

TEDESCO

Parlato soprattutto in Germania, Austria, Belgio e Svizzera, il tedesco sta diventando sempre più importante nel panorama lavorativo. Questa lingua, che per molti rappresenta un vero tabù, è sempre più richiesta da chi cerca personale sia in Italia che all’estero. Durante il periodo estivo la presenza in Italia di turisti tedeschi è sempre tra le più alte, a dimostrazione di quanto forte sia il legame tra la Germania e l’Italia. Studiare il tedesco è, quindi, un buon modo per inserirsi nel mondo del lavoro

CINESE

Dato il numero di cinesi nel mondo (più di un miliardo) è ovviamente la lingua più parlata. L’apertura al mondo occidentale e il primato nell’economia della Cina stanno di fatto trasformando il cinese nella lingua del futuro.  Poter inserire nel proprio curriculum la conoscenza di questa lingua è di sicuro un grande punto di forza, soprattutto se si lavora nel settore economico.

SPAGNOLO

E’ la terza lingua più parlata al mondo, dopo inglese e cinese. Oltre che in Spagna, è la lingua madre in molti paesi del Sud e Centro America. In particolare la Spagna è uno dei paesi con cui l’Italia ha maggiori scambi commerciali, soprattutto sul fronte delle esportazioni. Tra le competenze richieste dalle aziende italiane c’è, quindi, quella di saper parlare bene in spagnolo.

RUSSO

La Russia è un altro paese con cui l’Italia ha numerosi scambi commerciali, soprattutto dal punto di vista delle esportazioni. In più sono sempre più numerosi i russi che scelgono l’Italia come meta delle proprie vacanze. Conoscere il russo può diventare un buon trampolino di lancio per lavorare nel mondo del turismo o in quello commerciale.

ARABO

Anche se gli scambi commerciali dell’Italia con i paesi arabi restano secondari, i fatti di cronaca e l’intensa attività diplomatica che si è sviluppata negli ultimi anni fanno dell’arabo una delle lingue più richieste, in particolare nel settore dell’informazione.

In definitiva, conoscere una o più lingue straniere è un requisito fondamentale per inserirsi oggi nel mondo del lavoro. Per questo è importante non abbandonare gli studi e cercare sempre di migliorare le proprie conoscenze linguistiche. I nostri corsi sono studiati apposta per chi vuole imparare una lingua straniera anche ad alti livelli e per temi specifici.

SCRIVICI per avere maggiori informazioni

Lascia un commento

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Con la prosecuzione della navigazione oltre questa informativa acconsenti all’uso dei cookie. Consulta la nostra informativa estesa sui cookie.