Il Blog della Scuola Internazionale di Lingue

News, approfondimenti e curiosità
arrive paris
7 Lug 2016

Parigi: 5 cose da sapere se volete trasferirvi nella capitale francese

Parigi, la ville-lumière, capitale della Francia ormai si sa attrae, affascina molti italiani che decidono di cambiare la loro vita e di cercare una fortuna, anche un pò romantica oltralpe.

E’ vero però che l’approdo nella capitale francese a volte può rivelarsi tutto meno che romantico se non si arriva ben informati e armati di santa pazienza per le prassi burocratiche iniziali.

Qui di seguito troverete alcuni consigli pratici per non perdervi, e quindi deprimervi, tra le scartoffie e uffici francesi, bensì per iniziare alla grande la vostra nuova avventura!

1. L’alloggio

Trovare casa per uno straniero non è affatto facile. Vale il principio che in Francia se non hai un lavoro, non puoi avere un conto in banca, se non hai un conto in banca non puoi avere una casa, se non hai casa ti deprimi!

Ma non bisogna perdersi d’animo! Innanzitutto armiamoci di garante: qualcuno che possa garantire per noi, con un reddito comprovato. Secondariamente cerchiamo di farci fare delle referenze.

Una volta convinto il proprietario di casa che onoreremo i nostri doveri di inquilino sarà tutto più facile!

Nella scelta della vostra futura dimora ricordatevi di tenere ben presente alcuni parametri: arrondissements (quartieri parigini), stato dell’immobile, e molto importante, se l’affitto mensile è CC (charges comprises – incluso di spese) o HC (hors charges – spese escluse). Qualora fosse CC ricordatevi di farvi specificare di quali spese è incluso!

Qui vi indichiamo alcuni siti utili per trovare il vostro nuovo alloggio:

ENTRE PARTICULIERS

REFLEX IMMO

EXPLORE IMMO

SE LOGER

PAP

LOGIC-IMMO

A VENDRE A LOUER

2. La lingua 

Inutile raccontarcela, arrivare a Parigi senza spiccicare una parola di francese potrebbe essere un errore fatale. I parigini non sono scortesi come spesso si dice, anzi! Però non amano fare lo sforzo di comunicare in altre lingue che non siano la propria, quindi nella top ten delle cose da fare, quando si inizia a pianificare il trasloco in Francia, dovete inserire un corso intensivo di francese, che vi metta in condizioni di dimostrare ai futuri concittadini lo sforzo di comunicare nella loro lingua: non ve ne pentirete, e scoprirete che i parigini possono essere davvero cortesi!

3. Preparatevi per la ricerca di un nuovo lavoro: il CV e la lettre de motivation

Una notizia importante: il CV, detto résume, deve essere lungo al massimo una pagina, chiaro nella definizione della mansione e nei riferimenti del datore di lavoro (succede spesso che chiamino per avere conferma che siate stati impiegati effettivamente in quella sede). Per il resto siate sintetici, i CV troppo lunghi non vengono presi in considerazione.

Molto importante, anzi forse quasi più importante del CV, è la lettre de motivation. E’ fondamentale personalizzarla e spendere un pò di tempo per descrivere il proprio percorso professionale e di formazione, per spiegare quale sarà il vostro apporto all’interno della nuova società e soprattutto la forte motivazione ad ottenere quel posto di lavoro. Non dimenticate che i francesi tengono moltissimo alla formalità, quindi prestate attenzione all’intestazione, alle formule di cortesia, di apertura e di chiusura.

4. Si inizia a cercare lavoro: Pole Emploi e altri canali

Il Pole Emploi è il corrispettivo del nostro Centro per l’Impiego ed offre concrete possibilità di lavoro e di collocamento in Francia, quindi il primo step sarà proprio quello di fare la registrazione al sito.

Inoltre, investite un pò di tempo per creare un profilo su Viadeo.fr che è il corrispettivo di Linkedin, solo che in Francia è molto più diffuso.

Se invece cercate uno stage a Parigi, qui di seguito trovate un elenco di siti dove poter inviare la propria candidatura:

http://www.cidj.com/offres-de-stage
http://www.stage-emploi.com
http://www.kapstages.com
http://www.jobstage.com
http://www.capcampus.com
http://www.parisetudiant.com/etudes/jobs-stages.php

Attenzione: gli stages in Francia sono tutti retribuiti, almeno un terzo della normale retribuzione, ed in molti casi vengono riconosciuti anche altri benefit, tra cui buoni pasto e pass Navigo!

5. PS. Velib’

Con la bella stagione, approfittate, nelle belle giornate, del Velib’, il sistema pubblico di noleggio di biciclette che vi permetterà di scorrazzare per le vie della città in tutta libertà, ad un costo contenuto, come fanno i parigini!

Ci vediamo alla prossima con consigli, suggerimenti, e curiosità sulla capitale francese.

 

Bonne chance!

Lascia un commento

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Con la prosecuzione della navigazione oltre questa informativa acconsenti all’uso dei cookie. Consulta la nostra informativa estesa sui cookie.