Il Blog della Scuola Internazionale di Lingue

News, approfondimenti e curiosità
4 Apr 2017

Breve Guida ai Visti Americani

Avete pensato almeno una volta nella vita “mollo tutto e cerco fortuna in America”? Volete trasferirvi negli Stati Uniti? Il vostro sogno è vivere l’American dream? Una piccola avvertenza: non è facile, ma neanche impossibile. Scuola Internazionale di Lingue vi propone una piccola guida su come districarsi tra visti, permessi e Green Card.

Se volete scorazzare su e giù per gli Stati Uniti senza bisogno di visto l’Esta è il tipo di permesso ideale. Il solo scopo dell’Esta è di tipo turistico ed è valido al massimo per 90 giorni. L’Esta si fa online e il costo è di 14$, valido un anno.

Ci sono molti tipi di visti poi, che si basano sul tipo di lavoro e/o di impiego che andrete a svolgere negli States. Quelli più comuni sono il B-1, B-2: per viaggi di lavoro (riunioni, conferenze, negoziazioni, eccetera) o per visite di piacere, turismo, trattamenti medici.

J: anche chiamato Exchange Visa, per chi partecipa a scambi culturali, tirocini, ricerche accademiche, campi di studio, lavoro come au pair e altre occasioni lavorative a breve termine (già approvate e riconosciute al momento della partenza)

I: anche chiamato Media Visa, viene erogato a giornalisti, addetti stampa, membri della troupe e altri rappresentanti legati a mezzi di comunicazione (radio, stampa, cinema e altri). È importante notare che questi professionisti possono ricevere il visto I solo se lavorano per un ente con sede in un paese esterno agli Stati Uniti, il quale dovrà dimostrare che il lavoro dei suoi dipendenti in America è necessario al fine della sua funzione comunicativa nel paese d’origine.

Una menzione a parte merita il visto O-1, riservato a persone con “straordinarie capacità” ovvero musicisti, pittori, artisti di altro genere, registi, atleti, cantanti e altri ancora. Permette di risiedere negli Stati Uniti per tre anni (e dopo è rinnovabile di anno in anno) lavorando in piena regola nel proprio settore. Per ottenerlo bisogna avere uno sponsor, cioè una persona che faccia da garante locale.

Le norme legate all’ottenimento del Permesso di Soggiorno (Green Card) per chi vuole stabilirsi definitivamente sul territorio statunitense sono ancor più complesse rispetto a quelle riguardanti i visti temporanei.

Con la Green Card è possibile accedere ai servizi di sanità ed istruzione, ma non si ottiene la cittadinanza americana. I “residenti permanenti” (coloro che hanno acquisito il diritto di cittadinanza grazie alla Green Card) non hanno diritto di voto, di essere eletti a cariche istituzionali, ma devono pagare le tasse come tutti i cittadini americani. Per ogni Stato esiste una quota massima di Green Card disponibili.

Incredibile ma vero, la Green Card si può ottenere attraverso una lotteria, la “Diversity Visa Lottery”.

Una cosa imprescindibile è conoscere la lingua: se volete imparare o rafforzare la lingua, Scuola Internazionale di Lingue vi aspetta per i nuovi corsi in partenza. Affrettatevi!

Lascia un commento

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Con la prosecuzione della navigazione oltre questa informativa acconsenti all’uso dei cookie. Consulta la nostra informativa estesa sui cookie.