Il Blog della Scuola Internazionale di Lingue

News, approfondimenti e curiosità
erasmus2
7 Lug 2014

Pronto per l’Erasmus?

È tempo di scadenza dei bandi Erasmus+ a.a. 2014/2015.

Gli studenti universitari romani dal secondo anno accademico in poi si troveranno probabilmente di fronte a questa importante decisione per la propria formazione.

È importante perchè

Scegliere di frequentare un periodo di studi universitari all’estero che va dai 6 ai 12 mesi, infatti, non significa solo fare un lungo e divertente viaggio parzialmente finanziato dall’ateneo di appartenenza. Bensì affrontare un’esperienza costruttiva, che non solo metterà lo studente in condizione di districarsi nel sistema universitario di un Paese diverso dal proprio, ma che gli permetterà di apprendere programmi di studio internazionali e misurarsi con una nuova lingua. Conoscere una seconda lingua ad un livello avanzato, ad oggi, è uno dei requisiti fondamentali  per aprirsi le porte del mondo del lavoro. Ecco perché è sempre consigliabile affrontare periodi di studio o  di tirocinio all’estero.

Come funziona?

Dal 1 gennaio 2014 il programma Erasmus si è trasformato in quello Erasmus+, il nuovo programma europeo per la “Mobilità individuale per l’apprendimento” .
Erasmus+ offre agli studenti non solo la possibilità di studiare presso una Università europea partecipante al Programma, ma da anche la possibilità di candidarsi come laureandi per effettuare l’esperienza di tirocinio all’estero entro un anno dalla laurea.  Per le due diverse formule di mobilità studentesca esistono due tipi di bandi diversi. All’interno dei bandi di concorso, che si differenziano leggermente di ateneo in ateneo, ma anche di facoltà in facoltà, sono contenuti tutti i requisiti per poter presentare la domanda di ammissione all’Erasmus+.

Requisiti

Innanzitutto, come già detto, occorre essere iscritti almeno al secondo anno accademico e non aver mai usufruito della borsa di studio Erasmus in precedenza. Ogni facoltà richiede allo studente una media dei voti di partenza ed un numero di crediti conseguiti di base per poter effettuare la domanda. I requisiti richiesti, in genere, non sono stellari, ma bisogna comunque essere al passo con gli esami del proprio corso di laurea. Inoltre, a seconda del reddito dello studente, l’ateneo rilascia una borsa di studio commisurata anche al costo della vita del Paese di arrivo. Le Università romane non spiccano per generosità (i contributi infatti non superano in media i 300 euro) ma aiutano chi è più in difficoltà.

Ciò che più importa, è che le Facoltà richiedono un livello di conoscenza almeno basilare della lingua del Paese di arrivo. Senza un documento che attesti il livello di conoscenza della lingua, l’ateneo non accoglie la candidatura dello studente.

I corsi di laurea, di solito, mettono a disposizione durante l’a.a. corsi di lingue gratuiti, ma se decidete di presentare domanda all’ultimo minuto oppure preferite seguire corsi individuali esternamente alla struttura universitaria, l’ateneo accetterà anche attestazioni esterne di conoscenza della lingua.

Qui entra in gioco la nostra Scuola. Sono in partenza proprio in questi giorni i corsi trimestrali di gruppo di Inglese, Spagnolo, Francese e Tedesco. Per i ritardatari, la scuola offre l’opportunità di recuperare le lezioni perse in una lezione privata gratuita. Chi, invece, preferisce lezioni individuali può attivare pacchetti da 10, 25 o 50 ore in sede o a domicilio, a seconda delle proprie necessità e dei propri orari. I prezzi sono vantaggiosi e gli insegnanti sono tutti madrelingua. L’ambiente giovane e dinamico, oltre all’organizzazione di attività extra-scolastiche in lingua, favorisce l’apprendimento e la socialità. Contattaci per qualsiasi informazione.

Get ready, be international!

 

Lascia un commento

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Con la prosecuzione della navigazione oltre questa informativa acconsenti all’uso dei cookie. Consulta la nostra informativa estesa sui cookie.