Il Blog della Scuola Internazionale di Lingue

News, approfondimenti e curiosità
bambini
7 Lug 2016

Il bilinguismo in età infantile: una risorsa eccezionale

 

Avete mai pensato di far fare un corso di lingua a vosto figlio? Nell’epoca multiculturale in cui viviamo è sempre più frequente il fenomeno del bilinguismo in età infantile: non è raro, infatti, trovare famiglie composte da genitori di nazionalità diversa.

La possibilità per il bambino di entrare in contatto con due differenti lingue, per molto tempo è stata percepita come deficit piuttosto che come ricchezza: si pensava che il bambino raggiungesse la capacità linguistica in modo confuso, che potesse avere difficoltà, in seguito, a comunicare con la lingua del paese in cui è nato. Niente di più inesatto: è ormai certo che il bilinguismo, in tutte le età, ma soprattutto nei primi anni di vita, porti a dei vantaggi di tipo cognitivo e culturale (clicca qui per maggiori informazioni sui nostri corsi corsi di lingua per i più giovani).

Ma entriamo nel vivo della questione analizzando le prime fasi dello sviluppo dei sensi durante l’infanzia: ebbene l’udito è il secondo senso che si sviluppa nel bambino, dopo il tatto. L’udito, quindi, rientra nella capacità di comunicazione, fondamentale per il bambino che non è ancora in grado di articolare il linguaggio. Dal primo al quarto mese il bambino non possiede ancora la capacità di articolare le parole, ne riconosce i confini, l’inizio e la fine; solo dagli 11 mesi si ha lo “scoppio linguistico” e la capacità di apprendimento della lingua è ai massimi livelli. Si pensi che fino alla pubertà si possono imparare 10 parole nuove al giorno: ora si immagini se le parole che si imparano appartengano a due lingue…è una possibilità incredibile per chi è in contatto con un ambiente multiculturale.

Ma adesso cerchiamo di capire insieme i vantaggi del bilinguismo in età infantile.

LA CONSAPEVOLEZZA METALINGUISTICA

Molte ricerche ed esperimenti confermano il fatto che il bambino bilingue abbia delle facoltà sviluppate in modo più accentuato: per cominciare la consapevolezza metalinguistica, ossia la capacità innata di riconoscere agevolmente le strutture del linguaggio. Questo è chiaramente un vantaggio perché gli consente di avere una maggiore predisposizione all’acquisizione di lingue differenti dalle sue.

IL DECENTRAMENTO COGNITIVO

Il bambino bilingue ha il cosiddetto “decentramento cognitivo” : una precoce consapevolezza del fatto che le altre persone possano avere una differente prospettiva dalla sua, e questo sembra dipendere dal fatto che i bambini bilingui debbano sempre confrontarsi con la “scelta” della lingua da usare con l’interlocutore. E’ una capacità precoce la sua proprio perché nei bambini monolingui questa consapevolezza si sviluppa un anno dopo rispetto ai bilingui.

IL “CODE SWITCHING” E L’ATTENZIONE

Proprio il decentramento cognitivo e la capacità di passare da una lingua ad un’altra (in linguistica questo fenomeno è detto “code switching”) gli consente di avere una terza facoltà accentuata: l’attenzione. Pare che i bilingui siano in grado di compiere più azioni contemporaneamente rispetto ai monolingui.

Per queste ragioni il bilinguismo, in generale, è un grande vantaggio e rende possibile ampliamenti di orizzonte da ogni punto di vista. Gli studi linguistici confermano che fino alla pubertà, intorno al 12-13 anni, un essere umano è perfettamente in grado di studiare più lingue simultaneamente in maniera impeccabile ossia senza l’inflessione e le strutture della lingua madre.  Dunque quanto più lo studio delle lingue è precoce, tanto più sarà preciso e privo di inflessioni e strutture della lingua madre.

E’ sempre un buon momento per studiare una lingua, per non far arrugginire il cervello rendendolo attivo e dinamico: a tutte le età lo studio delle lingue straniere facilita vantaggi cognitivi e culturali che consentono di ampliare i propri orizzonti e accrescere le proprie consapevolezze.

Ed è per questo che vi consigliamo di dare un’occhiata ai nostri corsi ESTIVI, pensati appositamente per i vostri bambini e ragazzi!

 

Lascia un commento

Gentile Utente, ti avvisiamo che il nostro sito utilizza, oltre a cookie tecnici, anche cookie di profilazione propri e di terze parti. Ti preghiamo di leggere attentamente la nostra informativa estesa, ove ti forniamo indicazioni sull’uso dei cookie e ti viene data la possibilità di negare il consenso alla loro installazione ovvero di scegliere quali specifici cookie autorizzare. Con la prosecuzione della navigazione oltre questa informativa acconsenti all’uso dei cookie. Consulta la nostra informativa estesa sui cookie.